back to home page

LA BATTAGLIA DEI BOCCONI AVVELENATI

Processo a Firenze contro un allevatore il 21/09/2000

I bocconi avvelenati hanno causato, specialmente nelle zone di caccia di tutta Italia, particolarmente in Toscana, la morte - fra atroci sofferenze - di migliaia di animali domestici (in primis cani e gatti) , senza contare la stima, difficile da effettuare, di quelli selvatici, causata dall'ingerimento di veleni: in particolare stricnina. Per quest'ultimo crimine siamo riusciti, dopo anni di segnalazioni e denunce alle Autorita' competenti, controlli a tappeto ed appostamenti, ad ottenere un capo di imputazione contro un allevatore di animali da selvaggina destinati al ripopolamento, che lo vede imputato in un processo contro di lui svoltosi il 6 aprile scorso davanti al Tribunale Penale di Firenze, rinviato al 20 giugno scorso ed ancora al 21 settembre 2000 (fra due giorni). Al riguardo vi invitiamo tutti a partecipare per far vedere ai cacciatori per primi, al giudice (che e' una donna, molto in gamba e sembra dalla nostra parte, o forse e' semplicemente dalla parte giusta), ai giornalisti, alla pubblica opnione, che gli zoofili sono tantissimi e che se anche gli animali non parlano e non possono difendersi, c'e' chi lo fa per loro. Grazie da noi e da "loro".

Luigi Macoschi presidente della Lega  Antivivisezionista Nazionale


Odontotecnica per piccoli animali

DRINKING BOWL
distributors wanted

 banner.jpg (4474 bytes)

banq.gif (2462 bytes)



back to news
 

2000 S.Arnetoli, webmaster@canitalia.it
last update